Che cos’è la traduzione asseverata

La traduzione asseverata, che spesso viene definita anche come traduzione giurata o traduzione certificata, è una traduzione alla quale il traduttore stesso conferisce un valore legale attraverso una procedura che può essere eseguita presso un giudice di pace o presso la cancelleria di un tribunale. In sostanza, una volta che il documento o il testo da tradurre sono stati tradotti, il traduttore presta un giuramento con il quale dichiara di non avere alterato il testo né di aver provocato omissioni di alcun genere; quindi, sottoscrive il verbale di asseverazione, che viene sottoscritto dal cancelliere e poi timbrato.

La traduzione asseverata può rendersi necessaria per tutti i documenti per i quali può risultare indispensabile il valore legale: per esempio, una carta di identità o un'autocertificazione, ma anche un atto societario o un certificato di matrimonio. Possono essere oggetto di traduzione giurata, inoltre, anche i certificati medici, le ricevute che attestano il pagamento di una spesa sanitaria, i curriculum vitae, gli attestati professionali, i certificati di divorzio, i ricorsi giudiziari, i certificati penali, i libretti di circolazione dei veicoli, le patenti di guida, i titoli di studio come le pagelle e i diplomi di laurea, gli atti di nascita e i bilanci delle società.

Nel caso in cui si abbia a che fare con una perizia stragiudiziale giurata, il libero professionista che è chiamato a giurare la perizia è tenuto a certificare e a validare che le informazioni contenute nella perizia stessa siano vere. In una perizia semplice, il professionista si occupa della redazione di un'analisi di una certa circostanza; in una perizia asseverata, oltre alla sottoscrizione dell'analisi tecnica c'è bisogno di una formula per l'assunzione di responsabilità, con la quale il professionista assume su di sé la responsabilità penale per le informazioni false che dovessero essere eventualmente presenti nella perizia; in una perizia giurata, infine, oltre alla sottoscrizione da parte del professionista è previsto un verbale di giuramento, firmato davanti al giudice di pace o al cancelliere del tribunale, con il quale si dichiara di avere adempiuto fedelmente al compito.

Il verbale di giuramento viene, a quel punto, consegnato insieme con il testo che è stato tradotto e la sua traduzione. Ogni cento righe del documento, è richiesta una marca da bollo da 16 euro; la traduzione asseverata ha un valore legale completo solo dopo che è stata firmata dal cancelliere e dal traduttore. Volendo, è possibile richiedere questo tipo di servizio direttamente a un'agenzia di traduzioni. 

Share this post:

Recent Posts

Comments are closed.