Oscillatore Stocastico: uno strumento di analisi del trading

Tra gli strumenti di analisi tecnica messi a disposizione dei trader dalle piattaforme di broker online come Xtrade vi sono i grafici, il calendario economico, gli indici. Si tratta di strumenti utili per poter definire delle strategie di trading, eventualmente intuire le tendenze e le oscillazioni dei prezzi. Tutti questi strumenti presi singolarmente possono non essere affidabili al 100%, per questo è importante che il trader – anche se alle prime armi –  impari a conoscere quanti più indicatori possibili per poterli mettere a confronto e avere conferme o smentite sotto più punti di vista: solo con un quadro generale della situazione dei mercati il più possibile completo e sotto controllo, si possono definire delle buone strategia di trading. Tra questi indicatori, l’oscillatore stocastico è indubbiamente un valido supporto all’interpretazione dei mercati.

Definizione di oscillatore stocastico

L’oscillatore stocastico è un grafico che indica l’andamento del mercato. È un indicatore molto efficace ed utilizzato soprattutto per le strategie di opzioni binarie e anche nel Forex. Inoltre è tra gli indicatori più “anziani” nel trading e quindi il più conosciuto dai trader.  Il grafico dell’oscillatore stocastico individua i massimi e i minimi del mercato e viene utilizzato per identificare tutte quelle situazioni di mercato comunemente definite come ipercomprato  o ipervenduto. Si dovrebbe, così agire con un’opzione Call o Put ogni volta che l’oscillatore stocastico rileva un movimento di salita o di discesa. Il valore dell’oscillatore stocastico è compreso tra 0 e 100: se le linee sono al di sopra dell’80 si verifica una situazione di ipercomprato, mentre se le linee si trovano al di sotto del 20, la situazione è quella di ipervenduto. Come già ricordato, l’indicatore stocastico è solo uno degli strumenti di analisi tecnica che deve essere supportato da altri indicatori per potersi dire efficace e attendibile. Così come per le formazioni a candele giapponesi, si può dire che l’oscillatore stocastico presenta dei moduli e degli andamenti che – ripetuti nel tempo –confermano determinate situazioni. Tuttavia, spesso l’oscillatore stocastico rimane in posizione stabile per periodi abbastanza lunghi soprattutto quando il trend è sostenuto e ben definito pur continuando a oscillare tra ipercomprato e ipervenduto. Per poterlo, quindi, utilizzare al meglio, il trader deve:

  1. imparare a rilevare le importanti condizioni di ipervenduto e ipercomprato con precisione;

  2. eseguire solo nuove opzioni binarie nel tratto in cui il prezzo inverte fuori di essi e in altri momenti;

  3. non lasciarsi prendere dalla frenesia, perché si potrebbe subire gravi perdite;

  4. applicare questa strategia solo con i beni che sono sicuramente range-trading.

Il pregio dell’oscillatore stocastico è la sua capacità di far rilevare con precisione i momenti di inversione dell’andamento dei prezzi, il difetto è che si configura quando i trend sono ben delineati e stabili e quindi possono durare per giorni o settimane fornendo spesso falsi segnali di vendita o acquisto. Per queste stesse ragioni, l’oscillatore stocastico deve essere utilizzato solo come rafforzativo alla propria analisi e non come dato assoluto.

Share this post:

Related Posts

Comments are closed.