Analisi fondamentale degli indici macroeconomici

L’analisi fondamentale degli indici macroeconomici a livello mondiale, ci aiuta a capire e prevedere i movimenti dei mercati finanziari in positivo o in negativo al fine di valorizzare i titoli rispetto alle economie delle nazioni. Per quanto riguarda l’analisi fondamentale, il fair value indica il valore teorico dei titoli che viene messo a confronto con il suo valore effettivo.

L’analisi fondamentale dell’economia e il mercato valutario in conseguenza ad alcuni fattori fondamentali influenzano il trend del mercato. Esistono alcune variabili dell’economia in grado di condizionare sia il mercato azionario che quello valutario. Per poter operare nel trading on-line, bisogna studiare con attenzione tutte le notizie a livello mondiale, gli annunci economici e finanziari gli andamenti sociali e politici degli Stati al fine di operare e investire in base al principio di domanda e offerta.

Concentrarsi particolarmente, specialmente per quanto riguarda il mercato Forex, sull’andamento economico e finanziario di una nazione, in particolar modo per ciò che riguarda l’aspetto finanziario: la bilancia dei pagamenti, tassi di inflazione, i tassi di interesse. Per quando riguarda l’aspetto prettamente economico concentrarsi sul mercato del lavoro e della produttività.

Per operare sul Forex o nel Trading on-line, il trader deve essere molto attento alle cifre mensili relative alla bilancia dei pagamenti dei singoli stati, che altro non è che un documento contabile dove vengono registrate tutte le transazioni.

Dati macroeconomici che influenzano i mercati finanziari

Se in uno stato il settore delle importazioni supera quello delle esportazioni, produce un deficit, e il suo negativo dovrà essere finanziato. Al contrario i capitali che giungono dall’estero in eccesso rispetto a quelli che defluiscono, generano per lo Stato che li riceve un surplus finanziario la cui consistenza incide in modo significativo sui flussi monetari che escono o entrano da un paese.

Un altro dato macroeconomico che influenza il mercato finanziario, è il mercato del lavoro esistente in uno stato, la situazione dell’occupazione e specialmente della disoccupazione, incide molto sui comportamenti delle valute e dei prezzi dei titoli azionari.

È chiaro che se una nazione ha un basso tasso di disoccupazione, come segnale economico da una positiva economia in costante crescita, e un Pil soddisfacente. Tale situazione però può creare tensioni inflattive con conseguenti incrementi dei tassi da parte della Banca centrale.

Al contrario, un alto tasso di disoccupazione indica una condizione economica con molti problemi, con una crescita bassa e un settore finanziario in difficoltà.  In questo caso la Banca centrale può intervenire con una riduzione dei tassi di breve termine al fine di stimolare la ripresa economica.

 

Share this post:

Related Posts

Comments are closed.